21 Settembre 2020
news
percorso: Home > news

DIONISIO ZAMPERINI: un gradito ritorno al Caldiero Terme.

13-08-2016 22:14 -
Dionisio Zamperini
Dionisio Zamperini
L´avevamo conosciuto nella remota estate del 1988, quando mister Giancarlo Brutti lo volle con se nella scacchiera del centrocampo termale per ricamare le trame di gioco dei gialloverdi, che volevano tentare l´ennesima scalata alla Prima Categoria, un´impresa che purtroppo non ci riuscì in quanto davanti a noi c´era lo squadrone dell´Illasi.
Dionisio era giunto a Caldiero a 27 anni e con un curriculum di tutto rispetto: partito dai giovanissimi del Real Brognoligo-Costalunga, aveva poi vestito la casacca delle giovanili della Sambonifacese per poi debuttare in prima squadra a 17 anni nel Real B.C.-Valdalpone e poi spiccare il volo per una lunga milizia prima nell´Illasi e poi nell´Olympia Domiro, società che aveva "assorbito" la categoria della Promozione della squadra valligiana. Successiva ha giocato tre stagioni nella Sambonifacese e dopo la Caldiero ha vestito le maglie di Vago, Montorio, Audace, Real Monteforte, Belfiorese e Nuova Montorio. Nel 1997-98 viene richiesto dalla Juventina Poiano dove a 36 anni si ritrova nella doppia funzione di giocatore ma anche di allenatore, incarico che da qualche tempo aveva iniziato nelle giovanili della Ajace Calcio. Purtroppo l´esperienza bianconera in Valpantena s´interruppe con il suo esonero, in quanto le idee "sacchiane" del Prof. di Greco e Latino non erano condivise dalla dirigenza juventina.
Ma Zamperini non si perse mai d´animo, tanto è vero che dopo vent´anni allena tuttora dopo aver offerto la sua esperienza e competenza nel Primomaggio, Valdalpone, Caselle, Nuova S.Martino, Ares Poiano, Real Monteforte, nelle giovanili della Sambonifacese, ancora Caselle e nelle due ultime stagioni nei giovani della Belfiorese.
Ora, dopo quasi trenta anni è tornato con noi per guidare la squadra dei Giovanissimi Regionali Elitè, categoria appena conquistata dopo il brillante campionato vinto dalla squadra di Roberto Albertini.
Ad aiutarlo nel suo compito avrà al fianco un altro "figliol prodigo" del Caldiero: quel Nicolò Albertini che aveva iniziato a giocare a calcio nei gialloverdi alla fine degli anni ´90, per poi emigrare in quel di Belfiore, dove ha pure iniziato a collaborare con Dionisio.


Fonte: Giorgio Verzini

Realizzazione siti web www.sitoper.it